ORATORIO DI S. GIORGIO (CHIESA DEL CIMITERO DI CREVENNA)


Come tante chiesette del pian d’Erba anche S. Giorgio presenta una pianta ad aula unica che ricorda la sua fondazione in epoca romanica, probabilmente nell’ambito di un castello, la cui presenza è documentata dal 951, mentre la prima testimonianza scritta relativa alla chiesa è del 1398.
Quando la visitò S. Carlo Borromeo nel ’500 aveva ancora una doppia abside, con due altari dedicati a S. Giorgio e S. Sisinio, che oggi invece non si conservano più, a causa dei diversi rifacimenti e restauri eseguiti negli anni successivi.
Interessante è il portale settecentesco della facciata, ampiamente rimaneggiata.

ANEDDOTI CURIOSITÀ

La chiesa, pur essendo un tempo parrocchiale, si trova spesso citata come “in silvis” o “in silvestris” (nel bosco) a causa della sua posizione un po’ discosta dall’abitato.
Aveva inoltre un campanile romanico che sorgeva staccato dalla chiesa, ma fu abbattuto nel XVIII secolo per far posto al cimitero.

DA NON PERDERE

Al Settecento risale la Gloria di S. Giorgio affrescata nella volta a botte dell’abside rettangolare, mentre la Madonna col Bambino dell’altare risale al XIV secolo, anche se pesantemente restaurata nel 1917.

Potrebbero interessarti anche...